Il mondo è nelle nostre mani...

Il mondo è nelle nostre mani...

Il Video di oggi è....e poi penso a oggi e piango!

giovedì 11 dicembre 2008

Italia - USA: 2 pianeti distanti

Tra l'attuale governo Italiano, non che quelli precedenti brillassero, ma questo tenta di affermarsi al primo posto in una classifica di merito ribaltata, e il futuro governo USA sotto egida di B.H.Obama ci sono delle "lievi" diversità di vedute sull' affidamento dei vari ministeri e i requisiti che devono avere i ministri che ne dovrebbero conoscere le tematiche.


Un esempio a caso: il Ministro alle politiche ambientali:



Italia:
Stefania Prestigiacomo. Laureata in Scienze della pubblica amministrazione e imprenditrice (il padre era vice presidente di Confindustria).
Qui si può leggere il suo "brillante" profilo di vera paladina dell'ambiente, molto competente in materia di ecologia, soprattutto per quanto riguarda l'emanazione di polveri sottili.....e gli operai ne sono la prova!




USA:
Steven Chu. Specialista di spettroscopia laser e insignito del Premio Nobel per la Fisica nel 1997 (guardate chi c'è dietro Steven Chu nella foto della premiazione...).
Professore di Fisica e Biologia Molecolare e Cellulare all'università di Berkeley in California, oltre a dirigere e seguire altri progetti, sempre in questo campo. Qui la sua biografia in italiano o più completa in inglese.


Domanda:
per occuparsi di problemi ambientali, chi tra Berlusconi e Obama ha fatto la scelta più corretta e logica??

4 commenti:

Salvatore ha detto...

Si ma il massimo e la Carfagna alle pari opportunità che fa una legge contro la prostituzione....

Ferro e Seta ha detto...

Ciao Salvatore.

Ma la moda di fare i moralisti appena si sono raggiunti i propri scopi e l'agiatezza è una moda di molti politici. La Carfagna è la più vistosa (sarà per via del calendario?), ma anche la Gelmini che parla tanto di buoni maestri e meritocrazia (a loro non tocca mai 'stà cosa, chissà perchè...) e poi ti va a sostenere l'esame di laurea al sud perchè "è più facile", dove la mettiamo??
Ma la cosa che mi manda più in bestia è il fatto che noi di Nobel e gente brava ne abbiamo a bizzeffe, da Rubbia e Fo, i più noti, a Mario Renato Capecchi, vincitore del Nobel per la Medicina 2007, insieme ad altri bravissimi studiosi che, trovandosi in uno stato che invece di spronarli, gli taglia i fondi per la ricerca, pensano bene di far fruttarele loro fatiche all'estero. Così noi possiamo dire "è ma hai visto, la scoperta è merito di un italiano!" , mentre planiamo nel baratro, ma contenti.

Lorenzo "Julius" Lugli ha detto...

Mi piace questo blog ma devo segnalarti una imprecisione: nell'articolo sulla Prestigiacomo la foto che pubblichi è della Brambilla :-))

Ciao
LL

Ferro e Seta ha detto...

Oooooppssss!!!

Corretto. grazie Jiulius!